Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale
Segui con i feed RSS Blog

Beauty

di Roby e Alberta

Blog BeautyTips Accessori di bellezza

Spazzole da museo, ma anche da borsetta

Le spazzole come oggetti di design: succede a Milano. Ma non solo da vedere. L'esperto dice: mai rinunciare alla spazzola.

3.5 di 5
Spazzole da museo, ma anche da borsetta Redazione

Belle, colorate, sfiziose. Le spazzole non sono più banali attrezzi da bagno da tenere dentro al cassetto. Possono essere sfoggiate come accessori trendy e divertenti.

Per questo mi sono piaciute le proposte di Tek, un’azienda italiana attenta all’ambiente. Impiega legnami ricavati da foreste reimpiantate, gomme naturali ricavate dal caucciù, olio di lino e cera d’api colorata con aniline vegetali e perfino cartone naturale per il packaging.

L’edizione limitata realizzata in caleidolegno (un materiale speciale ottenuto dalla lavorazione di fogli di legno) è molto carina. L’ho vista alla presentazione per la stampa avvenuta a Milano.

Parlare di oggetti di design non è un modo di dire, perché uno dei 100 pezzi realizzati è stato esibito al Moma, Museo di Arte Moderna di New York, e ha pure ricevuto un prestigioso premio. C’è anche la versione mini, da borsetta, per i ritocchi veloci fuori casa. Si possono comprare nella rete Coin, dai parrucchieri e nelle farmacie, ma anche on line (prezzi dai 20,00 ai 40,00 euro). 

Ovviamente una spazzola non deve essere solo bella da vedere. Ho chiesto ad Alberto Coppola, art director dell'atelier di Aldo Coppola di corso Vercelli a Milano, come scegliere quella giusta. «Dipende dal tipo di capello. Per quello crespo, vanno bene quelle di legno con setole naturali. Capello normale? Spazzola in metallo con setole sintetiche. E così via».

Non si usa solo per i nodi, vero? «Certo che no. La spazzola serve per creare la forma (anche se noi consigliuamo sempre di crearla con le mani), lucidare il capello, creare un effetto ondulato, ma anche per togliere volume, se necessario. E poi massaggia la cute, riattiva la circolazione,  rafforza i bulbi piliferi, elimina l’eccesso di sebo e le impurità».

Una spazzola è per sempre? «Se ben tenuta, dura parecchio tempo. Basta lavarla con acqua e shampoo, almeno una volta a settimana (di più se c’è una forte perdita di capelli o un eccesso di sebo). Va sostituita quando le setole appaiono deteriorate (quelle naturali si rovinano prima di quelle sintetiche)».

Pubblicato il: 21-05-2014
Di:
FONTE :

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.

Iscriviti alla newsletter di Beauty Tips
Gli ultimi articoli del blog:
A Natale tutte principesse: coloriamoci di rosa 23-dic A Natale tutte principesse: coloriamoci di rosa
Le “belle” ragioni di un libro 16-dic Le “belle” ragioni di un libro
Occhi puntati sul sorriso 09-dic Occhi puntati sul sorriso
C'è profumo di profumo nell'aria 02-dic C'è profumo di profumo nell'aria

Vedi tutti gli articoli


Segui con i feed RSS Segui il blog con i feed RSS